News

  • Torre dei Corsari, aperto dai Carabinieri il “Posto Fisso Stagionale”
    Torre dei Corsari, aperto dai Carabinieri il “Posto Fisso Stagionale”Stamattina alle ore 8:00 ad Arbus in località Torre dei Corsari, come negli ultimi anni è stato aperto il “Posto Fisso Stagionale” di Torre dei Corsari con un organico di cinque carabinieri comandati da un Maresciallo, destinato a far fronte all’aumento esponenziale della popolazione presente in quell’area nella stagione balneare.

    L’orario di apertura al pubblico sarà dalle 08.00 alle 10.00 di ogni giorno fino al 1° settembre. Al di là di tali orari d’ufficio destinati alla ricezione di denunce e querele e ad ogni forma di supporto possibile per gli utenti, i carabinieri svolgeranno servizi esterni di pattuglia come avviene per le Stazioni dell’Arma, a disposizione della centrale operativa della Compagnia di Villacidro che garantisce il coordinamento fra i servizi dei vari presidi e la copertura di tutto il territorio 24 ore su 24 per il pronto intervento.

    Il numero telefonico destinato al Posto Fisso è il 334.6916580.

    LEGGI TUTTO

  • Sardegna, spiagge accessibili senza barriere architettoniche: “Una battaglia di civiltà”
    Sardegna, spiagge accessibili senza barriere architettoniche: “Una battaglia di civiltà”L’accessibilità alle spiagge per i portatori di handicap deve diventare la condizione essenziale e irrinunciabile per l’ottenimento delle concessioni balneari. È la linea della Regione, che accoglie in pieno le richieste delle associazioni. Il 9 giugno 2021 l’assessore degli Enti Locali e Urbanistica, Quirico Sanna, ha incontrato i rappresentanti dell’associazione SardegnAccessibile.

    “Si tratta di una battaglia di civiltà” afferma il Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas “che deve immediatamente portare a soluzioni chiare e durature. Ci impegniamo fin da subito affinché l’applicazione di queste norme diventi obbligatoria per ottenere le concessioni balneari, tenendo conto di tutto ciò che è necessario e propedeutico alla piena fruibilità da parte di tutti i cittadini degli spazi delle nostre città e delle nostre località turistiche. Tutti i cittadini sono uguali davanti alle Istituzioni ed è importante che lo siano in ogni circostanza”.

    Al momento, in Sardegna sono poche le spiagge che soddisfano i requisiti di accessibilità. Una situazione gravosa per i soggetti diversamente abili e i loro congiunti così come per quanti si trovino in condizioni di infermità momentanea. Tra le strutture alberghiere, solo il 17% su scala nazionale e il 13% su scala regionale dispone di una camera per i disabili.

    “Questo – spiega l’assessore Quirico Sanna – ha una ricaduta negativa anche sul turismo, precludendo ad una fetta consistente di visitatori la possibilità di fruire delle bellezze della Sardegna”.

    “Tutte le spiagge dovranno dotarsi di passerella per l’accesso allo specchio acqueo tramite sedia a rotelle, della piattaforma annessa per i lettini, delle sedie a rotelle per l’ingresso in acqua così come dei servizi igienici accessibili a tutte le categorie di utenti” specifica l’assessore. “Avviamo subito un tavolo di confronto già la prossima settimana con l’associazione SardegnAccessibile, che si è resa altresì disponibile a costituire un gruppo di studio di supporto in Consiglio Regionale, aperto a quanti vorranno portare idee e soluzioni, che possa permettere di adeguare le leggi regionali in …

    LEGGI TUTTO

  • Concessioni balneari in Sardegna, procedure semplificate per il rinnovo
    Concessioni balneari in Sardegna, procedure semplificate per il rinnovoImportanti novità per il turismo e il mondo che ruota attorno alle vacanze in Sardegna. Taglio alla burocrazia per le concessioni balneari. Definite anche le linee guida per i matrimoni in spiaggia.

    “Andiamo avanti sulla strada della semplificazione in un quadro di certezza delle regole e di taglio della burocrazia, dando slancio all’attività degli operatori balneari e di tutti i lavoratori di un comparto strategico per l’intero sistema turistico regionale, che sta già mostrando numeri e segnali più che positivi con una forte accelerazione in termini di presenze e servizi offerti”. Lo afferma il presidente della Regione, Christian Solinas, commentando la delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore degli Enti locali, Quirico Sanna, che prevede procedure più veloci per il rinnovo delle concessioni balneari in scadenza.

    “La stagione balneare – spiega l’esponente della Giunta Solinas – sta per entrare nel vivo, in una situazione generale ancora condizionata da un’emergenza sanitaria ed economica che purtroppo non si è ancora conclusa. Considerata l’articolata tipologia di provvedimenti che caratterizzano la gestione del demanio marittimo, per garantire quell’uniformità ed efficienza perseguite dalla legge regionale abbiamo deciso di adottare un iter specifico per alcune fattispecie, sia per le istanze e le concessioni già di competenza regionale, sia per quelle di recente attribuzione”.

    Per il rinnovo della concessione in scadenza basta presentare ai Servizi regionali competenti in materia di demanio marittimo la richiesta accompagnata dal titolo scaduto e dalla cauzione. Gli interessati devono contestualmente presentare la stessa istanza al Suape, lo Sportello unico per le imprese, che provvede in merito senza bisogno di un’ulteriore comunicazione o di nulla osta da parte degli uffici regionali. I Servizi regionali – si legge nella delibera – potranno sempre adottare “un provvedimento di diniego o di revoca, in caso di sopravvenuto interesse pubblico ostativo al rilascio o al mantenimento della concessione provvisoria”.

    Per …

    LEGGI TUTTO

  • Stagione balneare, un milione di euro ai comuni costieri per un’estate in sicurezza sulle spiagge
    Stagione balneare, un milione di euro ai comuni costieri per un’estate in sicurezza sulle spiagge“A poche settimane dall’inizio della stagione balneare, nonostante il perdurare dell’emergenza sanitaria, vogliamo garantire a cittadini e turisti un’estate in sicurezza nelle spiagge e nel mare della Sardegna. Con lo stanziamento di oltre 1 milione di euro possiamo assicurare la fruibilità degli arenili e delle acque prospicienti grazie alla predisposizione degli interventi di salvamento e dei programmi di previsione e prevenzione del rischio balneare”. Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, dopo l’approvazione della delibera che, per la stagione balneare 2021, ha programmato le risorse finanziarie da assegnare ai Comuni costieri: 1.006.211 euro.

    A dicembre 2020 è stato istituito il Tavolo tecnico per l’elaborazione del ‘Piano regionale di Protezione civile multirischio’: “Un importante strumento di pianificazione – ha aggiunto l’assessore della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, con la delega in materia di Protezione civile – che, sulla base del quadro normativo in materia e della situazione attuale della fascia costiera e delle attività instaurate, consentirà di valutare l’indice di rischio connesso alla balneazione per ciascun Comune costiero, in base ad alcuni parametri, tra cui il numero di interventi di salvamento a mare, la mortalità, la presenza di stabilimenti balneari nelle vicinanze. In attesa dell’approvazione del Piano, i fondi verranno ripartiti per incentivare l’istituzione di adeguati presidi balneari sui litorali fruibili dell’Isola. Questi presidi di sicurezza potranno garantire l’accesso sicuro ai litorali, salvaguardando anche l’indotto economico che riguarda i territori costieri isolani”.

    Le domande dovranno essere trasmesse dai Comuni alla Protezione civile entro il 30 aprile.

    LEGGI TUTTO

  • Torre dei Corsari: consegnati i lavori per il nuovo depuratore, investimento da 1,5 milioni
    Torre dei Corsari: consegnati i lavori per il nuovo depuratore, investimento da 1,5 milioniVia libera ai lavori del nuovo depuratore di Torre dei Corsari con un investimento di un milione e mezzo di euro: Abbanoa ha consegnato formalmente i lavori all’impresa appaltatrice.

    L’investimento. Il nuovo depuratore è un’opera fondamentale per lo sviluppo dell’importante zona turistica della Costa Verde. Esisteva un vecchio progetto e un finanziamento che non copriva l’intero investimento. Per questo motivo Abbanoa ha rivisto la progettazione e integrato le risorse con fondi del proprio bilancio.

    Tempi rapidi. Abbanoa ha proceduto a tappe forzate per accelerare i tempi di realizzazione di questo progetto fondamentale per la Costa Verde. L’anno scorso il Gestore aveva proceduto a bandire la gara mediante procedura negoziata telematica basata sulla piattaforma istituzionale “Portale Appalti”. Successivamente sono stati affrontati i problemi tecnici e burocratici per l’avvio del cantiere che ora è pronto a entrare nel vivo.

    Futuri collegamenti. L’impianto, che sorgerà in località Seguris lungo la strada provinciale 65, sarà immediatamente al servizio di Torre dei Corsari ma, con successivi interventi che porteranno a realizzare i collegamenti, saranno via via servite anche Porto Palma, Pistis, S’enna e S’arca e Sabbie d’Oro. Allo stato attuale l’unico impianto esistente, realizzato nei primi anni Ottanta, risulta inadeguato e sottodimensionato. Il nuovo depuratore, invece, sarà dotato di tutte le soluzioni tecnologiche necessarie a garantire il miglior trattamento dei reflui e far fronte ai picchi di produzione che si concentrano nei mesi estivi.

    LEGGI TUTTO